22
October - 2017
Sunday
SUBSCRIBE TO NEWS
SUBSCRIBE TO COMMENTS

Umbria Birra

Bere birra in Umbria

Archive for the ‘Altri eventi’ Category

Sono anni che cerco una scusa per andare a Nembro. Non perché il piccolo paese in provincia di Bergamo abbia attrattive turistiche particolari. In realtà, per per lo meno per me, ne ha una soltanto e si chiama The Dome. Il pub aperto nel 2009 da Michele Galati, già padre dell’Abbazia di Sherwood, è diventato uno dei punti di riferimento per la birra nel nord Italia per  per la qualità dell’offerta birraria e per la coerenza delle scelte. La scusa buona questa volta l’ho trovata in un seminario dal titolo “Tutto in una botte” organizzato in occasione dell’Orobie Beer Festival, manifestazione giunta ormai al sesto anno che si è tenuta il 19 -20-21 giugno proprio al The Dome. Il corso che, come si può intuire dal titolo, era incentrato sulla birrificazione in botte con tutti i problemi e le opportunità dati dall’uso del legno, in realtà era un evento nell’evento visto il livello dei relatori che comprendevano alcuni dei nomi più importanti e noti del mondo della birra. Moderatore ed istrione il solito inossidabile  Lorenzo “Kuaska” Dabove. Poi Valter Loverier (Loverbeer), Riccardo Franzosi (Montegioco) e Jerome Rebetez (BFM),  Jef Van de Steene (De Glazen Toren) e Andrea Camaschella. Avrebbe dovuto esserci anche Teo Musso (Baladin) ma ha dato forfait all’ultimo minuto per impegni di lavoro.
L’incontro non ha avuto un’impronta strettamente accademica, ma si  è sviluppato  in realtà come una chiacchierata sulle esperienze dei birrai presenti, i più noti in Italia per la birrificazione in botte, partendo dalla degustazione di alcune loro birre, che i creatori hanno illustrato raccontando anche  i metodi produttivi e le tecniche di uso del legno.
Siamo partiti dalla nuovissima Season Cardosa del Birrificio Loverbeer, come dice il nome una season aromatizzata con il cardo, la prima di una serie di 5 nuove birre aromatizzate che saranno commercializzate a breve da Loverbeer, per poi passare alla Miss Sour di Montegioco e alla  Abbaye De Saint Bon-Chien della BFM (Brasserie des Franches-Montagnes) birrificio che non conoscevo ma che mi ha veramente sorpreso. Il tutto in quasi tre ore che sono volate via in un attimo.

Il primo pomeriggio lo abbiamo dedicato alla degustazione delle birre portate dagli homebrewer presenti, giudicate dagli stessi relatori affiancati da Marco Pion (Tyrser), che si sono sottoposti con grande disponibilità alla “tortura” degli assaggi di qualche improbabile lambic autoprodotto e anche di altre birre che sono state valutate con severità (ma in realtà non troppo). Bellissima esperienza in ogni caso e anche ottima la compagnia.

Le ultime ore le ho però dedicate al festival vero e proprio e all’assaggio delle birre. Relativamente pochi i birrifici presente, almeno rispetto agli standard di altri festival più di richiamo, ma tutti di ottimo livello: Carrobiolo, Birrone, Mastino, Etnia, Almond ’22, Hammer, Loverbeer e gli stranieri BFM e Glazen Toren. Chiaramente anche ottimo il livello delle birre presenti. Per me è stata anche un’occasione per assaggiare birrifici nuovi o difficilmente reperibili da noi come Mastino, Etnia (il nuovo progetto di Nicola Grande, di cui comunque avevo già gustato la dipa all’Elfo pub) e Hammer tutti presenti con prodotti di grande pulizia e gradevolezza.

Bellissima giornata e grande esperienza. Da ripetere probabilmente che il prossimo anno.

 

Grandi i birrifici umbri a Rimini!

Posted by Paolo On February - 21 - 2015ADD COMMENTS

Oggi è iniziato a Rimini, quest’anno in versione “autonoma” da altre manifestazioni, Beer Attraction, (ex Rexx, ex Pianeta birra ecc.), forse la più importante rassegna sulla birra italiana di qualità e, come ogni anno, Unionbirrai organizza in concomitanza il concorso Birra dell’anno, sicuramente la competizione più prestigiosa in Italia, particolarmente affollata quest’anno visto la presenza di ben 800 birre iscritte, circa il 30% in più rispetto allo scorso anno. Ancora non è nota la classifica ufficiale di tutte le categorie in concorso, ma le prime notizie che arrivano da Rimini sono molto positive. Infatti i birrifici umbri anche in questa occasione si sono fatti valere. L’anno scorso

infatti il birrificio Birra dell’Eremo aveva conquistato un eccellente secondo posto con la Magnifica nella categoria APA. Quest’anno non solo birra dell’Eremo ha confermato tale posizione, con l’ottima Nobile nella categoria
“Golden Ale”, ma addirittura Birra Perugia ha vinto il primo premo, aggiudicandosi il titolo di birra dell’anno sempre nella categoria “APA”  con la Calibro 7!
Conoscendo bene queste due birre non ci stupiamo, trovandole da sempre eccellenti. Il risultato però ci fa piacere perché conferma  il trend in qualitativo che questi due birrifici hanno  intrapreso e che si spera trascini anche altri microbirrifici presenti in Umbria.

Paolo

 

Dopo un periodo di riposo, torniamo a parlare di birra. L’occasione ce la danno i nostri amici di Montenero d’Orcia in provincia di Grosseto, che con grande fermento stanno preparando la terza edizione di “Birragustando”, una manifestazione a cui facciamo volentieri da cassa di risonanza, perché pensata ed organizzata da chi,  come noi, condivide una sana e genuina passione per la birra e  la cosa,in questo periodo in cui si vanno moltiplicando improbabili e patetiche feste della birra (magari aggiungendo anche a sproposito l’aggettivo artigianale) merita sicuramente di essere sottolineata. La manifestazione si svolge dal 01 al 03 agosto a Montenero D’orcia paesino (in genere si aggiunge “ridente” e in questo caso l’aggettivo ci sta proprio bene) a cavallo tra la Maremma e la Val D’Orcia.  Il motivo per cui ne parliamo già adesso è che, oltre agli stand della birra con alcuni dei migliori produttori toscani, ci sarà anche un concorso per homebrewer e quindi i produttori casalinghi che non abbiano ancora a disposizione una birra, sono ancora in tempo per preparare i fermentatori. I dettagli li trovate qui. Vi anticipo soltanto che il concorso non ha come riferimento uno stile ben definito o rigidamente codificato, ma riguarda le “birre autoprodotte, anche di fantasia, realizzate sia in alta che in bassa fermentazione che riconducano alla vasta gamma dello stile Pale. In particolare viene fatto riferimento alle versioni Bitter, American, English e Pacific, quest’ultima caratterizzata dall’uso di luppoli Neozelandesi e/o Australiani”. Grande la scelta quindi, che abbraccia alcune delle tipologie più amate dai produttori casalinghi. Domenica 3 agosto la premiazione, in una giornata dove, tra le altre cose, si svolgerà anche una cotta pubblica. Segnaliamo tra gli altri eventi la presentazione del nuovo libro di Renato Nesi “Le vie della birra Toscana 2014″, di cui abbiamo apprezzato la prima edizione,  ed il simpatico concorso ”MISSMALTO”: riservato alle “bellezze vere e… in salute! Aperto a bionde, rosse e scure di tutte le età”. Il tutto condito da tanta musica e sopratutto tanta birra.
Consiglio quindi a tutti gli homebrewer umbri e non solo di spolverare le proprie ricette e magari di andare direttamente a Montenero D’Orcia dove sicuramente il caldo estivo, mitigato da abbondanti bicchieri di birra, non sarà un problema.

 

 

Un argento per Birra dell’Eremo che vale oro

Posted by Paolo On March - 17 - 2014ADD COMMENTS

Si è svolta domenica 15 marzo in una data anomala, ma sempre a Rimini, il concorso Birra dell’anno 2014 promosso e organizzato da Unionbirrai. Come tutti gli anni la manifestazione, che pur con tutte i limiti e le possibili critiche rimane la più autorevole e importante del genere in Italia, ha visto una imponente partecipazione. 40 giudici hanno valutato 621 birre presentate da 123 birrifici che alla fine si sono contesi i premi suddivisi su 26 categorie diverse. Il concorso quest’anno ha riservato a noi umbri una gradita sorpresa, visto che per la prima volta un nostro birrificio si è aggiudicato una medaglia. Birra dell’Eremo è infatti giunto secondo nella categoria American Pale Ale (la dicitura completa è Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, d’ispirazione americana) con la Magnifica. Grande soddisfazione per Enrico e Geltrude che ottengono un premio che pesa anche di più dell’argento che formalmente è stato assegnato. In primo luogo perché primo arrivato è il birrificio Lambrate, un nome tra i più importanti nel panorama italiano,  che non ha bisogno di molte presentazioni. Poi perché la categoria APA è sicuramente tra le più difficili, vista l’attenzione che viene dedicata a queste birre che ormai da qualche anno stanno godendo di un enorme successo commerciale tanto che, come si ricorderà, nel 2012 con una decisione che ha fatto scalpore, l’oro in quella categoria non venne assegnato.
Complimenti quindi a Birra dell’Eremo per questo importante e meritato risultato, sperando il prossimo anno di poter leggere il nome di altri nostri birrifici.

Selezione Birra c’è

Posted by Paolo On January - 11 - 20142 COMMENTS

Per qualche tempo si è temuto che quest’anno Selezione birra, uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati, saltasse. La Fiera di Rimini ha infatti deciso di accorpare il RHEX, che ospita la manifestazione, con il SIGEP, anticipando tutto a gennaio. Un comunicato di Unionbirrai, che annunciava la cancellazione del concorso “Birra dell’anno”  per evidenti problemi di tempi aveva rinforzato i dubbi. Invece anche quest’anno Selezione birra ci sarà, probabilmente in tono minore ma comunque con molti  birrifici di livello. Degli umbri ci sarà ad esempio Birra dell’Eremo. L’accorpamento con il SIGEP, la più importante manifestazione sulla gelateria pasticceria e panificazione, potrebbe dare un motivo in più per fare una gita a Rimini. Appuntamento quindi alla fiera di Rimini dal 18 al 22 gennaio per la solita full immersion birraria.

 
Elenco dei birrifici partecipanti

ALMOND ’22

ARRIBAL

BAD ATTITUDE

BAR PHOENIX

BENACO 70

BIRRA AMIATA

BIRRA BRUNZ

BIRRA DELL’EREMO (FI.GE.EN SRL)

BIRRA KASHMIR

BIRRA PIACENZA – RETORTO

BIRRA TERRONA (CDP IMPORT)

BIRRIFICIO BRUTON

BIRRIFICIO DEL DUCATO

BIRRIFICIO DESMOND

BIRRIFICIO ELAV

BIRRIFICIO FOGLIE D’ERBA

BIRRIFICIO GILAC

BIRRIFICIO GRADO PLATO

BIRRIFICIO HIBU

BIRRIFICIO ITALIANO

BIRRIFICIO ITINERIS

BIRRIFICIO LA FENICE

BIRRIFICIO LA MATA

BIRRIFICIO LARIANO

BIRRIFICIO MATH

BIRRIFICIO MONTELUPO

BIRRIFICIO OLDO

BIRRIFICIO RENAZZESE

BIRRIFICIO RURALE

BIRRIFICIO SETTIMO (SETTIMOCIELO SRL)

BIRRONE

CAULIER

DOPPIO MALTO BREWING COMPANY

FREE LIONS

IL BIRRIFICIO DI CALGLIARI

LA BIRRA DI MENI

LUCKYBREWS

MC77

MICROBIRRIFICIO OPPERBACCO

BIRRIFICIO VIADANESE (NEW LIFE SRL)

PICCOLO BIRRIFICIO CLANDESTINO

RAILROAD BREWING COMPANY

SAINT JHON’S BIER

SINISTRO

Nuovo corso ADB Umbria a Foligno

Posted by Paolo On October - 29 - 2013ADD COMMENTS

Anche se terribilmente in ritardo, volevo segnalare che domani si chiudono le iscrizioni per in nuovo corso dell’ADB Umbria che si terrà a Foligno presso il Ristorante Cucinaa di Foligno, che si trova in Viale Firenze 138. Il corso ha la classica struttura dei corsi ADB: 14 lezioni che coprono storia, analisi sensoriale, stili, abbinamenti, difetti ecc. della birra. Ogni sera saranno degustate e commentate almeno tre birre diverse. Il corso inizierà il 18 novembre e terminerà il 03 marzo 2014 con l’esame finale. Il costo è di € 300,00. Per informazioni vi rimando alla pagina facebook dell’associazione:
https://www.facebook.com/AssociazioneDegustatoriBirraUmbria

Per contatti diretti potete chiamare il  3389116065.

 

 

Cotta pubblica in vista

Posted by Filippo On July - 17 - 2013ADD COMMENTS

Quello della cotta pubblica è un format ormai piuttosto consolidato, persino dalle nostre parti. Anche la nostra associazione, nel suo piccolo, ha avuto il piacere di organizzare un evento del genere in passato e, dato l’interesse suscitato, abbiamo accettato di buon grado l’invito dei ragazzi di Castiglion Fiorentino in occasione della fiera della birra artigianale che si svolgerà da venerdì 19 a domenica 21, proprio a Castiglione.

A dire la verità in rete sono apparse delle notizie non del tutto esatte. L’evento non sarà organizzato da Umbriabirra ed il Rione Cassero. Noi ci limiteremo soltanto a presentare la cotta pubblica di domenica 21, a partire dalle ore 17 circa. Non vogliamo certo prenderci onori (ed oneri) che non ci appartengono… Per maggiori dettagli vi rimando comunque alla pagina Facebook, che riporta di sicuro le notizie esatte. Dopo la doverosa premessa, veniamo a noi con l’elenco dei birrifici presenti alla manifestazione: la Badia, Cerevisia Vetus, PBC, Arribal e… rullo di tamburi, i nostri amici di Birra dell’Eremo e Birrifico Rugapiana, che tra l’altro ha fatto da tramite tra noi e gli organizzatori della manifestazione. Elenco di prim’ordine capace di far smuovere anche i più pigri. Se ciò non bastasse, siamo pronti a rivelare la birra che andremo a brassare nella cotta di domenica: reggetevi alle sedie, perché a distanza di oltre un anno dal suo primo esordio, sta per tornare alla ribalta una ricetta che ha fatto la gioia dei molti amanti del luppolo, la celeberrima ed incontrastata “Sguscia Cunigli”, la black ipa nata dalla collaborazione tra noi di Umbriabirra e Luca di Rugapiana (quando ancora Rugapiana era solo un’idea…).

Si preannuncia una giornata molto molto interessate…Ancora indecisi?!?

Selezione Birra e Settimana della birra artigianale

Posted by Paolo On February - 11 - 2013ADD COMMENTS

Anche se febbraio non è considerato un mese molto adatto per il consumo di birra, nelle prossime settimane si svolgeranno due degli eventi più attesi per gli appassionati di birra: Selezione birra a Rimini e la Settimana della birra artigianale.

Selezione birra, che si svolgerà durante la fiera di Rimini della ristorazione (quest’anno si chiama RHEX – Rimini Horeca Expo) dal 23 al 26 febbraio, è il più importante (se non l’unico) appuntamento fieristico italiano e ogni anno attrae migliaia di appassionati che hanno la possibilità di incontrarsi e di degustare la produzione dei migliori birrifici italiani, confrontandosi con i birrai, normalmente sempre presenti. Tra i vari eventi collaterali segnalo la premiazione del concorso Birra dell’anno promosso dal Unionbirrai.
Noi ci saremo probabilmente il sabato e quindi, se vogliamo vederci, basta mandarci una mail.

Altro appuntamento che stiamo preparando è l’ormai imperdibile Settimana della birra artigianale  promossa da Andrea Turco, noto blogger del sito Cronache di birra, che ha creato  questo evento che ormai da tre anni anima la scena della birra artigianale italiana. Quest’anno si svolgerà dal 4 al 10 marzo. In questi giorni stiamo mettendo a punto qualche idea anche noi, e non appena avremo maggiori dettagli ve ne faremo partecipi. Comunque se avete qualche  proposta contattateci pure.

 

Alessio e Filippo fra i migliori

Posted by Paolo On December - 8 - 20122 COMMENTS

E’ terminato il campionato italiano homebrew e la classifica regala soddisfazioni anche per la nostra regione. Su un totale di 68 partecipanti infatti, Filippo e Alessio  si sono classificati al dodicesimo posto, una posizione ottima se si considera il livello generale della competizione e la qualità dei concorrenti che si sono classificati tra i primi, autentici fuoriclasse di lunga esperienza. Per la cronaca ha vinto per il secondo anno Egidio Latronico (ken75) che migliora addirittura l’ottimo punteggio dello scorso anno.
Complimenti a Filippo e Alessio e aspettiamo un commento da loro, oltre chiaramente ad un assaggio della loro ultima birra di Natale :-)

 

Come ho già scritto, Kuaska per gli appasionati di birra è un personaggio quasi mitologico e come tutti i personaggi mitologici, compie imprese epiche e quasi leggendarie.  Quelle che andrò a narrare brevemente non sono le 7 fatiche di Ercole, ma le 36 ore di Kuaska, un percorso faticosissimo con un finale a sorpresa:  il Genoa che vince a Roma con la Lazio!

I giorno
Arrivo a Foligno il primo pomeriggio, neanche il tempo di cambiarsi le scarpe e siamo già in viaggio verso Norcia dove ci attendono i monaci Benedettini. Visita al birrificio con allegro scambio di battute con i monaci, brindisi di saluto e via verso valle. Cambio di maglietta in corsa e a tutta velocità  verso Assisi, dove al Bosco di San Francesco lo attendevano per una vista guidata  e per la cena del FAI con il birrificio San Biagio di Nocera Umbra.  Veloce slalom tra le birre e, dopo aver stregato il pubblico,  carrambata con il birraio Giovanni Rodolfi (momento memorabile che purtroppo non potrà rimanere ai posteri perché per la sorpresa non ho avuto il tempo di filmarlo). I dettagli li rivelerò in seguito. Per ora dovrete tenervi la curiosità! Dopo aver parlato male di Cipro dinanzi al console onorario di quella nazione, la sera si è finalmente conclusa.

II giorno
Sveglia al mattino presto e di corsa verso Spello per partecipare  al convegno “Birrifici Artigianali: Scenari Futuri” e alla presentazione del progetto “il Bello della Birra“. Intervento torrenziale e,  neanche il tempo di mangiare un boccone, via di nuovo a selezionare i partecipanti per il laboratorio di degustazione, tour de force di 10 birra che per due ore ha coinvolto, quasi stregandoli, i numerosi partecipanti. Alla fine qualche partecipante, non si sa se per le 10 birre o per convinzione (più probabilmente la prima), ha annunciato di voler cambiare mestiere e diventare degustatore professionista. Neanche il tempo di finire il laboratorio e di nuovo in mezzo ai partecipanti alla degustazione libera, fino alla 19 e 30 quando, approssimandosi un evento assolutamente imperdibile (la partita del Genoa), siamo partiti per Perugia verso l’Elfo Pub, dove lo attendeva una tavolo messo in posizione strategica. Il finale l’ho già rivelato: dopo aver effettuato un antico rito propiziatorio con una bottiglia di Gueuze 100% Organic Lambic preparata da Natale, il Genoa è riuscito nell’impresa! Scattate le immancabili e interminabili foto di rito, la serata si è finalmente conclusa.

Tornerà il nostro eroe. Probabilmente sì, ma come ogni eroe non è prevedibile. Per adesso non rimane che sperare e attendere.

…………………………………………………………..

Con queste due righe scherzose io e gli altri amici assetati, vogliamo ringraziare Kuaska per il bel fine settimana che ci ha regalato, con la convinzione che chi non ha potuto partecipare (un nome a caso, Filippo) avrà modo di rifarsi.